Londra

Londra
Anniversario a Londra

Austen

Austen
Lost in Austen

Shirley

Shirley
Shirley di Charlotte Brontë

In love with... Victoria (ITV)


Ecco a voi, carissimi, la serie tv che mi ha rapita a cavallo tra il 2016 e il 2017: Victoria, andata in onda sulla rete ITV tra agosto e ottobre dello scorso anno. Si tratta di otto puntate nelle quali accompagniamo una giovanissima Victoria nei primi anni del suo regno, nei quali si appresta a diventare la grandiosa regina che ben conosciamo. Il taglio di questa serie è, come si può immaginare, molto intimo, e ci regala un ritratto emozionante dosando in modo ben calibrato elementi storico-biografici ad altri di fiction. Ne emerge una regina che, prima di tutto, è una giovane donna con le proprie fragilità, ma determinata ad assumere il controllo della propria vita, nonché, naturalmente, del proprio regno. E quando dico determinata, beh, intendo davvero determinata. 
Potrebbero in un quadro del genere, venire escluse le vicende di cuore? Non scherziamo, fanciulli. Fidatevi di me: struggimento a go-go, e due soggetti quanto mai affascinanti, Lord M, il suo primo ministro, e il principe Albert. Sappiamo bene com'è andata a finire, ma è appassionante fantasticare sui dettagli, non trovate? Pazienza se in realtà (pare) che con Lord M non ci sia mai stato nulla più di un profondo affetto. 
2

5 personaggi con cui vorrei un appuntamento // Literary Listography


Nuova rubrica sul canale, miei cari! Vi parlo di cinque personaggi letterari (uno, in realtà, è anche un personaggio storico) con i quali mi piacerebbe avere un appuntamento, non necessariamente galante. I primi tre nomi della lista, comunque, mi hanno fatta partire per la tangente. Eppure, udite udite, non ho nemmeno parlato di Rochester, perché di comune accordo con la mia amica Lia del canale Parole di Panna, con il quale ho collaborato per questo video, abbiamo deciso di escluderlo, o avrebbe un tantino monopolizzato la scena. Sapete com'è. Però tranquilli, ho trovato comunque un escamotage per fargli sapere che rimane il sovrano incontrastato del mio cuore.
6

Sir Arthur Conan Doyle // Curiosità Letterarie

Arthur Conan Doyle
Era una serata di settembre e non erano ancora le sette, ma la giornata era stata grigia e uggiosa e una densa nebbia umida gravava sulla città. Nuvole color fango facevano una deprimente e pesante cortina sopra le strade fangose. Lungo lo Strand i lampioni non erano che macchie offuscate di luce diffusa che gettavano un debole alone sul selciato sdruccioloso. Il bagliore giallastro delle vetrine si proiettava all'esterno nell'aria umida e densa di vapore, spargendo un riflesso luminoso fosco e tremolante sulla strada affollata. A parer mio c'era qualcosa di lugubre e spettale in quella infinita processione di volti che attraversavano fugacemente quelle strette fasce di luce - volti tristi o allegri, sparuti o gioiosi. (da Il segno dei quattro, Tutto Sherlock Holmes ed. Newton Compton).
0

Chiacchiere, ultime letture e letture in corso

image source
Buon lunedì miei cari! Spero abbiate trascorso un buon weekend. Negli ultimi giorni purtroppo non sono stata benissimo, nulla di che, ma quel tanto che basta da azzerare la voglia di fare. Eppure, sebbene sia un lunedì dopo un fine settimana un po' così, mi sento propositiva e desiderosa di rimboccarmi le maniche. Vediamo quanto durerà XD.
Il 2017, nel frattempo, mi sta regalando ottime letture. Ho terminato di leggere Victoria di Daisy Goodwin, autrice anche della serie tv, che, naturalmente, ho visto in concomitanza. Ve ne parlerò in un post a parte, perché le chiacchiere su quanto abbia amato sia il romanzo che la serie (e aggiungiamoci la mega crush per il principe Albert) necessitano del giusto spazio.
Dalle avventure della giovane Victoria a Conan Doyle il passo è stato talmente breve che, di fatto, mi sono trovato immersa in Uno studio in rosso senza nemmeno accorgermene. Parte della colpa va attribuita al recuperone che ho messo in atto della serie (devo ancora iniziare la 2a stagione - no spoiler, grazie <3 ). Credo di essere ufficialmente Sherlocked, ma anche questo merita un post tutto suo, pertanto passo oltre.
La scorsa settimana ho caricato due video sul canale, il primo dedicato all'ultima lettura del 2016, Daphne di Tatiana de Rosnay. Per saperne di più non vi resta che proseguire e cliccare sul tasto play. Vi assicuro che sono stata concisa, ma avete tutto il tempo di bervi una tazza di tè.
3

I'm back! 2016 Top 10 Books


Non vi nascondo quanto sia difficile scrivere questo post dopo un'assenza così lunga. Non era prevista, sebbene sapessi che avrei avuto poco tempo da dedicare al blog... insomma, cos'ho combinato dall'ultima volta che ci siamo sentiti? Ho combinato... il NaNoWriMo ;) quello ufficiale, che si tiene nel mese di novembre. Era da tanto che desideravo partecipare, fino all'ultimo sono stata indecisa, e poi ho deciso di buttarmi, perché la storia che premeva dentro la mia testa pretendeva di uscire. E così ho dedicato l'ultima parte di ottobre al planning del romanzo, il mese successivo a scrivere-come-una-matta e a dicembre... blackout XD davvero, ero così fusa che anche scrivere i biglietti di Natale sembrava una missione impossibile, e nonostante questo ho dovuto revisionare il mio romanzo precedente prima di inviarlo a un concorso. In ogni caso ne è valsa la pena. Scrivere 50.000 parole in un mese è stata una sfida tosta, e mi ha insegnato molto. Innanzitutto come la scrittura debba essere una priorità nella mia vita, e nel 2017 m'impegnerò a costruire una routine che mi permetta di darle l'importanza che richiede, senza però mollare tutto il resto. Uno dei pochi (ma buoni) propositi per quest'anno appena iniziato è racchiuso in una parola: ORGANIZZAZIONE.  Il secondo, COSTANZA. Armata della mia agenda Carpe-Diem ballerina sono pronta alla conquista del mondo XD.
4