Londra

Londra
Anniversario a Londra

Austen

Austen
Lost in Austen

Shirley

Shirley
Shirley di Charlotte Brontë

Sacrilegio! (Harry Potter and The Cursed Child)

Lo sapevo, me lo sentivo che Harry Potter and the Cursed Child sarebbe stata una cocente delusione. Ho deciso di leggerlo comunque e di farlo spazzando via ogni pregiudizio, fidandomi di J.K, pur non capendo questa sua scelta. Andiamo, aveva detto che non avrebbe mai scritto un ottavo Harry Potter, e a nove anni dalla conclusione ci rifila uno spettacolo teatrale con protagonista il figlio Albus, adolescente, e la vecchia combriccola? Solo gli stupidi non cambiano mai idea, quindi d'accordo, c'ha ripensato. Ma perché uno spettacolo? Harry è nato come romanzo e a mio avviso snaturarlo in questo modo non avrebbe potuto portare a nulla di buono. 
Avrei voluto ricredermi con tutta me stessa. Sul serio. Harry, per me come per qualche milione di persone, significa così tanto che non saprei nemmeno da che parte iniziare per esprimerlo. L'idea di un passo falso aveva qualcosa di sacrilego. 
Ma andiamo con ordine. 

source
***ALLARME SPOILER***ALLARME SPOILER***ALLARME SPOILER***

4

Leggere, leggere, leggere

Ci eravamo lasciati con la mia voglia di fare che se ne andava con un mojito in mano, sbattendosi la porta alle spalle con l'altra. L'unica volta in cui si è degnata di farsi sentire è stato per mandarmi un selfie, che posto qui sotto. Se per caso l'avete avvistata da qualche parte, per favore fatemelo sapere nei commenti. Grazie.

2