Londra

Londra
Anniversario a Londra

Austen

Austen
Lost in Austen

Shirley

Shirley
Shirley di Charlotte Brontë

Scatti in libreria #4 London Edition

Ve l'ho detto che sono stata in vacanza a Londra? XD Scherzi a parte, vi avevo avvertiti che il blog sarebbe stato invaso da post a tema, e anche questa rubrica ne subisce le conseguenze. Credetemi, ho avvistato così tanti romanzi awwww che potrei senza problemi riempire un album di nozze. Ho optato per una selezione, pertanto quelli che vedrete sono la crème de la crème, ovviamente secondo i miei gusti letterari. Non ho portato a casa con me nessuno di loro per una mera questione logistica, ma mi rifarò con gli ebook, che preferisco al cartaceo quando leggo in lingua. Sotto a ogni foto trovate il link per l'acquisto e la trama presa da Amazon. Pronti a leccarvi i baffi? ;)

link Amazon
An English Ghost Story di Kim Newman: "A dysfunctional British nuclear family seek a new life away from the big city in the sleepy Somerset countryside. At first their new home, The Hollow, seems to embrace them, creating a rare peace and harmony within the family. But when the house turns on them, it seems to know just how to hurt them the most - threatening to destroy them from the inside out."
6

The Book Is on the Table #1: Hotel du Lac

Uno dei miei propositi ricorrenti è di leggere di più in inglese. La costanza, purtroppo, non è tra le mie virtù, ma ci sto lavorando... nasce così questa video-rubrica dal titolo che non so nemmeno io se sia più LOL o WTF. Propendo più per LOL. Nessuna lezione, badate bene: solo chiacchiere sulle mie letture in lingua, e chissà possano essere se non utili per lo meno divertenti. 
Il titolo con cui debutto è Hotel du Lac, romanzo di Anita Brookner vincitore del Booker Prize nel 1984.

Dettaglio della vetrina di Waterstones a Piccadilly, dedicata ad Hotel du Lac
0

A casa di Dickens

Durante il mio soggiorno a Londra, ho avuto la possibilità di godere di un cortese invito a cena da parte di Mr Dickens.

Cari Last Century Readers,
tranquilli, non sono impazzita, non del tutto almeno ;) Volevo solo provare l'ebbrezza di sentire come suona. Del resto, non è del tutto falso. Sono stata davvero a casa sua, un paio di settimane fa. Per la cronaca, al n. 48 di Doughty Street nel quartiere di Bloomsbury, dove si trova l'unica dimora dickensiana rimasta a Londra, trasformata nel Charles Dickens Museum.

5

Super London Haul // seconda parte!

... ed eccoci alla seconda parte del video dedicato allo shopping londinese! Se nella prima ho dato prova della mia folle passione per la cartoleria, qui faccio ritorno a un territorio a voi ben conosciuto, la bibliofilia. Tra l'altro svelo che... ve lo dico o non ve lo dico? Non è che se ve lo dico non guardate più il video? Vabbè, mi fido di voi ;)
Colleziono Jane Eyre! Non ho iniziato da molto, e non possiedo (e probabilmente mai possiederò) copie rare, ma quando m'imbatto in un'edizione che mi colpisce la stringo forte al petto e la porto a casetta con me. Potevo tornare a mani vuote da Londra...?

2

Super London Haul // prima parte!

È una verità universalmente riconosciuta che l'unico modo per superare il trauma della fine di una vacanza è ammirarne i frutti... o i danni, se il punto di vista è quello del portafoglio! In ogni caso adoro i regalini che mi sono fatta, e per una volta non mi sono pentita di nessun acquisto compulsivo. Che avrò mai comprato...? Non vi resta che guardare il video per scoprirlo! Dimenticavo: maniache della cartoleria che mi state leggendo, cliccate *play* a vostro rischio e pericolo! 

4

Poirot, I Love You! (Assassinio sull'Orient Express)

Seriamente, come si può non innamorarsi di Poirot? Io l'ho incontrato in Assassinio sull'Orient Express, per la prima volta (già, terribile lacuna) e niente, vorrei avere una versione pocket di quest'adorabile omino con i baffi da tirar fuori ogni volta che: non trovo le chiavi di casa, quelle dell'auto, quelle del negozio, non so dove sia finito il telefono, il fondotinta, l'agenda, la penna, una gatta, ecc ecc. Lo so che sarebbe uno scandaloso spreco di talento e intelligenza, ma capitemi: passo tre quarti delle mie giornate a cercare qualcosa. Sono sfinita.


2

Liebster Awards 2016 e What's Coming Soon

Avrei voluto scrivere un post prima di partire per le vacanze, giusto per dire, hey, vado a Londra, sbrilluccico di gioia, ci sentiamo al mio ritorno! E invece niente, come al solito tra il dire e il fare c'è di mezzo che non ce la posso fare, come direbbe Tristram (lo youtuber più ciccipalli del mondo).
Dicevo, non ce l'ho fatta a farcela. Tra l'altro avevo pure preparato il Liebster Award: o meglio, una parte, dato che nel giro di un paio di giorni ho ricevuto altre nomination, e mi sono trovata con 55 domande a cui rispondere, 55 cose da scrivere su di me, e un tot di blog da nominare. E sono andata in tilt. Tralascio qualcuno? Orrore! Divido per quattro col resto di due? Boh! E così, nel dubbio, ho scelto di... passare :( Perdonatemi, ma quando vado in tilt faccio più pena di una tartaruga a pancia in su che non riesce a girarsi. Perché, tra le altre cose, sono pure una tartarughina.

4