Londra

Londra
Anniversario a Londra

Austen

Austen
Lost in Austen

Shirley

Shirley
Shirley di Charlotte Brontë

TBR autunno-inverno

Mi sa che non ve l'ho più detto che la mia TBR estiva è poi deragliata in pieno, ma se avete seguito il corso delle mie letture ve ne sarete accorti. Ho iniziato da brava, e poi... niente, mi è presa la voglia di altri titoli, e addio propositi. Non me ne rammarico, è giusto seguire l'istinto del momento. Tuttavia ho deciso di riprovarci, anche perché se d'estate non sono certo la best version of me, il periodo autunno-inverno sta alla sottoscritta come i biscotti stanno al tè. (Tra parentesi, mentre scrivo queste righe ho accanto una tazza di Earl Gray e un piattino di biscotti al cioccolato). Insomma, TBR fu. 

Musica: Carefree di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)
2

Dralon di MC Willems

È la prima volta da quand'ho aperto questo blog che accetto di fare una segnalazione di un'opera che non ho ancora letto, ma il romanzo in questione mi sembra così promettente che ne parlo con piacere. Si tratta di Dralon, opera prima di MC Willems, scrittrice emergente per ragazzi. E' il primo volume di una trilogia fantasy destinata a un pubblico giovane (o diversamente giovane, come la sottoscritta U_U). 
2

Super Book Haul

Ciao, sono Pamela, bookaholic impenitente. Questi sono gli acquisti degli ultimi tempi, salvo i non pervenuti (ovvero quelli che ho dimenticato *risata isterica*) e gli ebook, perché occhio non vede, cuore non duole. Come dico all'inizio, è un genere di video che adoro guardare in quanto dissipa i miei sensi di colpa. Questa volta tocca a me confortare voi ;) 

Musica: Carefree di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

(Sì, indosso una maglietta di Barbie U_U)

0

Sulla scuola

source
Non credo di essere l'unica a cui capita ancora di fare incubi sulla scuola. C'è stato un periodo in cui almeno una volta alla settimana sognavo di essere intrappolata alle superiori, e di svegliarmi con un senso di angoscia che nemmeno la bambina di The Ring è riuscita a provocarmi. E io appartengo al genere Hermione Granger: amo studiare e di tanto in tanto valuto la possibilità di un'altra laurea, per intenderci. La verità è che sono stata una studentessa serena e soddisfatta solo alle elementari e all'università, e se potessi preferirei dimenticare tutto quello che c'è stato nel mezzo. Ma forse va bene così, dato che come si suol dire, ciò che non uccide fortifica.

Parentesi elementari: ero una bimba felice. Non vedevo l'ora arrivasse settembre perché ricominciasse la scuola, e adoravo la mia maestra. Eppure. Eppure crescendo ho capito che era tutto fuorché perfetta. Aveva chiare preferenze, e trattava i bambini meno bravi come non vorrei mai venisse trattato mio figlio. Ho questo ricordo indelebile: tutta la classe doveva copiare un racconto sul quaderno, e lei avrebbe scelto il migliore per incollarlo su un cartellone (o qualcosa del genere). Ricordo la cura con cui lo trascrissi. E ricordo come lei entrò in classe durante l'ora di un'altra insegnante, sfilò il quaderno dallo zaino della sua prediletta facendole l'occhiolino, e scelse il suo senza degnare di uno sguardo il lavoro di tutti gli altri.

Parentesi medie: decisamente meno felice. Ho scoperto come gli adulti sappiano essere crudeli. Ricordo un'insegnante dare della stupida a una mia compagna. Ricordo, sebbene fossi tra le più brave e nelle sue grazie, che mi umiliò in più occasioni. 

Parentesi superiori: qui una saga di dieci volumi non basterebbe. Credetemi. E non ero affatto il tipo ribelle che magari ispira antipatia. Una prof mi prese di mira dal primo all'ultimo anno. Per quanto studiassi, per quanto sapessi di essere capace, il voto era sempre lo stesso. Durante le interrogazioni mi metteva in bocca cose che non intendevo. Gli scritti erano immacolati, ma trovava il pretesto per non darmi nemmeno la sufficienza. Finché all'ennesima ingiustizia dissi basta. E fu guerra. Non le mancai mai di rispetto, ma non abbassai più la testa. Mi ha lasciato cicatrici profonde, tuttavia mi è servito: da allora non ho più avuto timore di nessuno, né di docenti, né di superiori, né di colleghi-serpe. 
Ricordo una delle mie migliori amiche venire costantemente ignorata dall'insegnante di inglese, che chissà perché non vedeva mai la sua mano alzata. 
Ricordo i 5/6 in ginnastica, perché sì, anche questa materia deve avere un voto, e secondo quella prof. io (come tante altre) eravamo complete incapaci. 
(ecc. ecc)

Grazie a Dio mi iscrissi comunque all'università, e quando arrivarono le prime soddisfazioni dopo tante bastonate non riuscivo a crederci. Sia la specialistica che la magistrale, per quanto impegnative, sono state una passeggiata in confronto a quei cinque anni di impotenza. Forse il destino mi ha in qualche modo ricompensata, ma ho incrociato solo docenti meravigliosi con cui ho intessuto rapporti di stima reciproca. 

source
A tutti gli studenti che si trovano a vivere situazioni difficili per colpa di qualche insegnante: tenete duro. Date comunque il meglio, per voi stessi. E soprattutto, sappiate che passerà. Se sono sopravvissuta io, ce la potete fare anche voi ;) e non rinunciate mai, mai, mai ai vostri sogni

Ai professori che magari leggeranno queste righe: ricordate l'enorme potere che vi è dato. Per citare Spiderman, da un grande potere derivano grandi responsabilità. Potete insegnare a volare, e forse nessuno vi ringrazierà abbastanza per questo, ma dentro di voi saprete di aver fatto qualcosa di speciale. O potete spezzare delle giovani ali, e prima o poi farete i conti con la vostra coscienza.
11

Letture estive (parte 2)

Buon lunedì lettori ^_^
Ecco la seconda parte di quelle che sono state le mie letture estive. I titoli in questione sono: Caterina la prima moglie di Philippa Gregory (no, è di Enrico VIII, la Gregory è l'autrice XD) La libreria di zia Charlotte di Thomas Montasser e Ofelia di Florence Stevenson. Vi consiglio di non perdervelo per i seguenti motivi:
1) Chiacchiero di tre romanzi bellini
2) C'è un momento alla Chi l'ha visto *_*
3) Svelo di essere la reincarnazione di...?
A prestissimo! 

Musica: Carefree di Kevin MacLeod è un brano autorizzato da Creative Commons Attribution (https://creativecommons.org/licenses/by/4.0/)
0

Letture estive (parte 1)

Dopo qualche settimana di assenza rieccomi piena di buoni propositi, come ogni inizio d'autunno (ve l'ho mai detto che è la mia stagione preferita?). Intanto ecco il nuovo video che ho caricato su youtube in cui chiacchiero delle mie letture estive. Oltre a La casa di fronte al mare (di cui vi ho già parlato qui) i romanzi in questione sono Né di Eva né di Adamo di Amélie Nothomb, Jane di April Lindner e Sangue reale di Rhys Bowen. Questa è la prima parte, la seconda arriverà presto! Sì, la mia TBR estiva è miseramente fallita... sotto sotto l'ho sempre saputo. Sono troppo umorale per progetti di questo tipo. Fa niente. Continuerò a farli comunque ;P

Vero che vi iscrivete al mio canale e cliccate mi piace? 


0